image_pdf

 

work2

CODICE ETICO PER AZIENDE

 di Franco Maggiotto

 

IL CIRCOLO PRODUTTIVO

Ogni relazione è tridimensionale come è illustrato nel centro del circolo del diagramma. Ogni relazione coinvolge rapporti positivi con Dio, con sè e con altri. Con queste relazioni tridimensionali ha inizio il processo.

 

 

diagramma lavoro

 

Il leader abbraccia personalmente il sistema assoluto di valori. La applicazione dei valori assoluti rivela l’etica. L’etica è espressa in un codice scritto per proteggere i valori di un business specifico. Il codice è tradotto in una struttura organizzativa che racchiude procedure, atteggiamenti e politiche aziendali.

 

IL BISOGNO REALE

Il nostro vissuto è seminato di azioni disdicevoli, immorali.

Queste toccano ogni ramo della nostra società, a cominciare dai più alti, ed ogni area della nostra cultura, compresi quelli a cui abbiamo, come nazione e come individui, delegato il compito in esclusiva di fare etica: nello stesso tempo la vita di ciascuno di noi si imbatte in avvenimenti difficili, sempre più complessi, dove solo alcuni sono pianificabili mentre la maggioranza sono fuori dal nostro controllo. Mai è venuta così a galla, nel nostro Paese, la corruzione profonda e sconvolgente prodotta dalla nostra cultura reale. Tanto che, giunti al fondo, si parla e si invoca una metanoia, una riforma. Le chiacchiere però non bastano, ciò che è necessario ad una vera riforma è cambiare radicalmente e per farlo è urgente vedere e fare ciò che è bene e ciò che è male negli affari, nell’esercizio della propria professione e anche nei rapporti interpersonali più intimi. Questo bisogno, questa necessità di sapienza non può essere soddisfatto senza alcuni “fondamenti chiari” con i quali potersi confrontare col risultato di ottenere, nella libertà e nella responsabilità, giudizi validi.

Questo significa che il nostro senso critico, all’interno della nostra realtà, senza veli, deve compiere quelle decisioni operative in solido con quei valori universali e fondamentali che non possono cambiare per nessun motivo ed in nessuna circostanza. Questi “assoluti” più che entrare in competizione tra loro si completano a vicenda e, se vissuti, contengono l’unico sistema di valori, provato storicamente, capace di produrre nel tempo vantaggi, produttività ed armonia nelle relazioni. Questi valori ci vengono dalla storia più antica e più nota e sono racchiusi nella Bibbia.

 

 

UNA BASE CERTA

I Dieci Comandamenti, ispirati da Dio, sono il fondamento di ogni assoluto morale. I Dieci Comandamenti debbono perciò

essere le radici per ogni legge civile, militare ed ecclesiastica. In questo modo essi diventeranno la norma dalla quale scaturiranno le motivazioni, le azioni e le relazioni umane.

Il codice etico, come le leggi del governo, debbono tendere e dipendere dall’Autorità più alta, sulla quale essi cercano di porre il loro fondamento. Infatti ciò che è legale può anche essere immorale, come ciò che è morale può essere in disaccordo con la legge. Gesù infatti per obbedire a Dio ha dovuto disobbedire alle sue autorità. Così, questo codice non vuole essere un documento legale quanto piuttosto una “guida ai valori”.

 

VIVERE I VALORI NELLA PRODUZIONE

I Dieci Comandamenti forniscono una valida base per la “Produzione” e servono come sistema collaudato a produrre nel migliore dei modi e col profitto più reale. Similmente questi possono essere capiti ed applicati facilmente. Essi, i Dieci Comandamenti, dovranno essere la struttura scheletrica del nostro codice di condotta o codice etico. Quello che scriviamo qui è per l’industria in senso lato. Le applicazioni dovrebbero quindi variare da industria ad industria poiché vendere macchine è diverso che  vendere assicurazioni. Pur tuttavia l’etica di vendere è sempre la stessa anche se le regole, le definizioni, le informazioni interne cambiano totalmente. I più qualificati ad usare questo codice d’etica generale per fame codici specifici sono le persone che, operando in industrie diverse, applicheranno la terminologia specifica e più intelligibile alla propria industria. All’interno della stessa Compagnia i diversi “teams” devono essere liberi e responsabili di trovare le forme ed i linguaggi a loro più congeniali per applicare il codice nel modo più efficace. Tuttavia è da tener presente che il codice etico migliore è quello che è scritto in modo tale da essere capito ed applicato da tutti i componenti dell’azienda nelle decisioni di tutti i giorni.

 

 

UN CODICE PER UOMINI CHE VOGLIONO CREARE BENESSERE .

Questo vuole essere un segno, una indicazione posta sulla nostra via che ha le sue radici sui “valori assoluti”. Questo Codice è fatto per tutti gli individui, ma soprattutto ed a maggior ragione per i “leaders”. Deve perciò essere capito, accettato e messo in pratica nello spirito e nella lettera da tutti. Possibilmente questi valori debbono essere vissuti in modo tale da costituire una cultura con la quale i problemi vengono affrontati e risolti. Un Codice non può far fare a tutti ciò che è giusto, neppure può cambiare la natura umana. Può solo stimolare e guidare quelle persone che vogliono fare ciò che è giusto e che perciò sole raggiungeranno un profitto reale.

CAUSA DELLA QUALITÀ’ PRODUTTIVA

Pianificazione, coinvolgimento, incentivi legati alla capacità ­Valori -. Metro di giudizio positivo e di imposizione.

(Questo aspetto cruciale verrà trattato più diffusamente ed a parte).

Dobbiamo tener presente che la “produzione” deve essere il risultato del sistema (linea di condotta e procedure) e che perciò è questo che ha autorità di giudizio e non il codice in se stesso.

  

I DIECI COMANDAMENTI PER UN PROFITTO REALE

 

 1.   MOSTRA UN GIUSTO RISPETTO PER L’AUTORITA’

 2.  SII SINCERO ED ABBI UNIVOCITA’ DI INTENZIONI

3. USA PAROLE ED AZIONI EFFICACI E CAPACI DI COMUNICARE

4. TROVA TEMPO PER IL RIPOSO, LA RICREAZIONE E LA MEDITAZIONE

 5. RISPETTA I PIU’ ANZIANI

6. MOSTRA RISPETTO PER LA VITA, LA DIGNITA’ ED I DIRITTI DELL’UOMO

7. SII FERMO E STABILE PER CIO’ CHE RIGUARDA IL SESSO E LA FAMIGLIA

8. IMPEGNA IN MODO GIUSTO LE RISORSE

9. DIMOSTRA ONESTA’ ED INTEGRITA’

10. MANTIENI IL DIRITTO-DOVERE DI PROPRIETA’ – GUADAGNO

 

1. DIMOSTRARE UN GIUSTO RISPETTO PER L’AUTORITÀ

A)   accordo con le leggi del Governo Nazionale.

B)   accordo con le leggi dei Governi Esteri.

C)   accordo con le “prassi” della Compagnia.

D)   Autorità Personale.

La sorgente della Suprema Autorità per tutta l’umanità è il Dio della Bibbia, il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, di Gesù, il Dio storicamente personale. L’assenza di autorità sfocia nel disordine.

Poiché creare disordine dal “caos” è un bene assoluto e autorità e presupposto per ottenere ordine, autorità di Dio è un valore positivo. Dimostrare un giusto rispetto per l’autorità assicura ordine ed un clima generale che prepara il profitto reale.

A) ACCORDO CON IL GOVERNO NAZIONALE.          .

Le leggi nazionali e locali vengono applicate da Ufficiali Governativi. Le leggi si applicano agli individui, alle compagnie ed ai contratti commerciali come se fossero individui (persona giuridica). Tutti gli individui debbono agire, quando possibile, in accordo con le leggi governative, regionali e locali.

B) ACCORDO CON LE LEGGI DEI GOVERNI ESTERI

Anche se le leggi di alcuni Governi esteri possono non basarsi sulle nozioni fondamentali di libertà e di dignità, proprie della nostra Compagnia, dobbiamo tenerne conto ed agire in conformità dove concretamente siamo operativi. Dobbiamo tener presente però che nessun potere umano può eccedere l’Autorità di Dio.

C) ACCORDO CON LA POLITICA AZIENDALE

Ogni membro attivo della XJZ accetta di agire in conformità a questo “Codice Etico” e si vincola liberamente a questo sottoscrivendolo. L’ordine assicura l’efficienza della Compagnia. Per creare e mantenere ordine la Compagnia crea ed emana il suo sistema (linea di condotta e procedure) che tutti sono tenuti a studiare, capire ed applicare nello spirito e nella lettera.

Poiché questo “Codice Etico” compenetra tutti gli aspetti della Compagnia, ogni azione della stessa deve essere attuato in sua conformità. Un canale organizzativo (Audit/Reporting) delineante autorità di e per ogni singolo individuo preserverà l’efficienza della Compagnia.

Quantunque esista un sistema autorità atto a far trasparenza su tutto ciò che è inerente alla compagnia è necessario porre la massima attenzione nello scoprire e rendere palese ogni attività illegale, immorale o contro l’etica. Ogni, anche solo sospetta, azione immorale, illegale o contro l’etica deve subito essere comunicata al Consigliere della Compagnia preposto a questo. Se questo non basta va portata in Consiglio d’Amministrazione. Prima però di rivolgersi all’autorità Governativa, qualora necessario, è doveroso dimettersi dalla Compagnia.

D) Autorità Personale.

Ogni impiegato nella Compagnia è rivestito dell’autorità e della responsabilità atta a fargli eseguire i suoi doveri in conformità al Codice Etico e secondo le consuete procedure della Compagnia. L’esercizio della autorità individuale è in solido con il massimo bene della Compagnia. Riconosciuto questo ogni individuo deve essere ritenuto responsabile nell’esecuzione dei suoi doveri, di esercitare la sua autorità, in buona fede, con prudenza ed in modo professionale ed al meglio delle sue capacità. E’ norma etica e perciò responsabilità di ciascuno agire al meglio delle proprie capacità.

 

2. SII SINCERO ED ABBI UNIVOCITÀ DI INTENZIONE

L’efficacia nasce quando l’azione scaturisce da un solo e preciso scopo. Intenzioni diverse e conflitto di interessi indeboliscono l’efficacia. Nessun individuo o Compagnia può agire in modo efficace se serve due padroni. Essere motivati da un unico interesse ottimizza l’uso del tempo, delle capacità e delle risorse.

Il concetto di integrità racchiude in sè la non duplicità del carattere e la purezza e univocità di intenti. Essere integri significa perciò avere una chiara capacità – predisposizione a capire le proprie responsabilità personali ed i valori in solido ed integrati con le responsabilità ed i valori della Compagnia. E’ saggio prevedere perciò gli affari, le linee di condotta, le procedure, le finanze, la cultura e le influenze personali che potrebbero compromettere l’integrità della persona e della Compagnia. Qualsiasi compromesso avrebbe la potenzialità di indebolire lo scopo-fine e di dividere-moltiplicare gli interessi con la logica conseguenza di diminuire la produttività/qualità ed il giusto profitto.

DICHIARAZIONE DELLO SCOPO

La Compagnia opera sulla base di uno “scopo-obiettivo” scritto, capito ed accettato da tutti i suoi componenti. Le attività della Compagnia sono in solido con gli obiettivi scritti della Compagnia.

STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Ogni reparto opererà all’interno dell’organizzazione sulla base di sub-propositi che sono in solido con la dichiarazione dello scopo-obiettivo centrale ed omnicomprensivo della Compagnia. I singoli reparti verranno strutturati in modo da essere complementari al tutto.

DESCRIZIONE DEL LAVORO

Ogni impiegato-operaio deve avere una dichiarazione scritta e comunque chiara e precisa di ciò che deve fare (descrizione del lavoro). Questa definisce le aree di responsabilità, autorità, e ciò che ci si aspetta da lui in concreto.

SCOPI PERSONALI

Ogni individuo ha la personale responsabilità di valutare la linea di condotta e le procedure della Compagnia per compararli con i suoi propri in modo che egli possa raggiungere univocità di intenti per essere completamente e totalmente in armonia produttiva e responsabile con la Compagnia.

LAVORO/CONFLITTI FAMILIARI

Ad ogni individuo spetta la responsabilità di armonizzare i bisogni ed i desideri della Compagnia con quelli della sua famiglia. Questo comporta la capacità di armonizzare i [mi della Compagnia con i suoi rapporti di viaggi e familiari.

 

CONFLITTI DI INTERESSE

Quando una persona ha accettato di associarsi alla Compagnia e la Compagnia lo accetta come associato entrambi devono avere interesse comune per migliorare entrambi.

Questo significa che il singolo, la sua famiglia e la Compagnia devono esaminare i loro interessi finanziari e personali che possono o potrebbero creare mutui conflitti. Bisogna rendere candidamente trasparente ogni reale o potenziale conflitto. Chiarirli mentre capitano anche durante l’attività. E’ doveroso trattare questo nel modo più corretto possibile (a volte si può stipulare un contratto separato che risolva i conflitti specifici).

 

CONFLITTI INTERNAZIONALI.

Ogni nazione ha le sue tradizioni e le sue leggi e, perciò, il proprio sistema commerciale. Tuttavia rubare è rubare per ogni lingua, cultura e nazione. Poiché coloro che lavorano nella XJZ accettano di sottomettersi ad una Autorità assoluta, essi non operano in modo ambiguo nè si aspettano che altri lo facciano.

COINVOLGIMENTO POLITICO.

Ogni individuo è responsabile e capace di azioni politiche.

Tuttavia questa sua attività non può coinvolgere in modo negativo la Compagnia. Si può a questo proposito stipulare un contratto separato in cui chiaramente vengono chiarite le responsabilità di entrambe le parti.

CONTRIBUTI A SCOPI POLITICI.

Contributi per scopi politici e giuste cause umanitarie e civili possono essere dati qualora questi non siano in conflitto con la linea di condotta e le procedure della Compagnia.

 

3. USARE PAROLE ED AZIONI CAPACI DI COMUNICARE

Una comunicazione è efficace quando il messaggio trasmesso è ricevuto, interpretato e riportato al comunicatore in modo conforme, sia nel significato che nello spirito, a quanto da lui voluto.

Che questo avvenga è responsabilità di ognuno e può essere realizzato quando si è creato un sistema adatto alla comprensione reciproca.

Mantenere la parola significa, in senso lato, mantenere le promesse, i contratti ed i giuramenti. Questo include anche le semplici promesse verbali come quando si promette di rispettare i “tempi” in complessi contratti scritti. La parola data è una dichiarazione che racchiude in sé una seria volontà di onorarla dopo aver analizzato con serietà ogni aspetto della promessa.

Le parole scritte e parlate hanno un significato specifico e non devono mai essere intese od usate in modo arbitrario od ambiguo. Nella forma più semplice “si” significa “si” e “no” “no”. Questo significa fare ciò che affermi fare anche se questo non è conveniente e/o ti può arrecare gravi disagi. In altre parole bisogna dire la Verità. In pratica perciò la descrizione del prodotto e dei servizi che si offrono debbono corrispondere alla realtà del prodotto che poi si consegna.

Una comunicazione efficace ed il far percepire la certezza che le cose dette verranno puntualmente realizzate sono atteggiamenti basilari ed evidenziano il grado di integrità di una persona che diviene così la materia prima del profitto.

ORGANIZZAZIONE

La Compagnia traccerà ed userà un grafico dell’organizzazione (organigramma) in primo luogo per identificare i canali più efficaci per la comunicazione, per far conoscere le fasce di autorità e per procurare così una via che risolva conflitti e incomprensioni.

MARKETING

Tutta la propaganda ed i cataloghi della XJZ saranno veritieri e riveleranno fatti sufficienti a rappresentare il valore reale ed attuale della Compagnia. Tutta la politica di propaganda e commerciale sarà realizzata in modo socialmente e culturalmente positivo (non offensivo) in solido perciò con i valori espressi da questo Codice.

TEMPI DI COMUNICAZIONE

Ogni comunicazione sia al singolo che alla Compagnia sarà fatta nei tempi e nelle forme più adatte a realizzare il suo miglior interesse. Questo va specialmente tenuto in considerazione quando sono coinvolte la salute e la vita.

OFFERTE ED APPALTI

Gli appalti offerti o accettati dalla Compagnia avranno come termine di confronto l’ottimo della qualità, il minimo costo e la massima disponibilità dei fornitori e dei servizi. Va rifiutato e non permesso in modo netto ogni vantaggio che può derivare dalla illegalità o dall’immoralità. Il prezzo offerto è il prezzo per il quale il lavoro dovrà essere eseguito.

DEL VENDERE

Fornitori, venditori, acquirenti fanno tutti parte del “team” che contribuisce all’integrità di un prodotto o di un servizio. Ogni uno deve realizzare il suo compito in modo tale da soddisfare l’aspettativa dell’altro.

Cerca di esercitare il coraggio di produrre di più e meglio di quanto dichiari. Cerca di produrre sempre meglio di quello che dichiari e pensi.

I LIBRI CONTABILI

I libri, i rapporti, sono la storia delle attività sia personali che della intera Compagnia. Devono perciò essere accurati, con dettagli sufficienti e configurati in modo tale che documentino con fedeltà la realtà che vogliono rappresentare.

RAPPORTO CRITICO ESPLICATIVO

Ogni membro della XJZ ha diritto ad un confronto critico­esplicativo del suo operato in rapporto con la descrizione del suo lavoro e del codice d’onore. Ogni giorno, ogni persona, ha la responsabilità di migliorare i suoi rapporti.

Se uno percepisce un problema è sua responsabilità prendere l’iniziativa per risolverlo. Nello stesso modo è necessario incoraggiare quando un lavoro è ben fatto. Ogni membro della Cl.EMME è responsabile personalmente di mantenere un giusto e chiaro rapporto con Dio, i membri della sua famiglia, soci e colleghi di lavoro, clienti e concorrenti. Relazioni buone producono buoni affari.

IL MODO DI PARLARE

Usa parole e linguaggio adatto ad edificare chi ti sente. Il linguaggio volgare o, peggio, scurrile produce un influsso negativo sul carattere dell’individuo stesso e della Compagnia in generale.

 

 

4. TROVA TEMPO PER IL RIPOSO, LA RICREAZIONE E LA MEDITAZIONE

Un corretto riposo, una ricreazione appropriata, un tempo dedicato alla riflessione sono la garanzia per uomini ed imprese libere. Essi celebrano le prerogative degli uomini liberi e responsabili di fronte a Dio.

Questi requisiti infatti sono essenziali per portare la creatività, la produttività e la motivazione al massimo

Il riposo è indispensabile all’efficienza. Lo svago libera la mente e ci difende dalla stanchezza mentale ed emotiva. La riflessione completa questo ciclo essenziale dando significato e senso al lavoro e univocità di intenzione.

Le conoscenze, la creatività e la dedizione degli impiegati ­operai devono essere messe in relazione diretta non solo con la loro salute, ma anche con la capacità produttiva ed il profitto dell’Azienda. Un giusto riposo, uno svago appropriato ed un tempo dedicato alla riflessione assicurano la qualità della vita, così come un profitto reale.

IL PERSONALE

La Compagnia esaminerà periodicamente i bisogni e le capacità – risorse del personale e cercherà di far fronte per tempo ed adeguatamente ai momenti di produttività più intensa.

SCHEDE DI LAVORO

Le pause, le sostituzioni, le ferie od i periodi di riposo dovranno essere organizzati in tabelle precise. Questo aiuterà l’individuo ed i vari “teams” ad essere più efficaci ed efficienti.

SICUREZZA/PRODUTTIVITÀ

Periodi sufficienti di riposo e di distensione debbono essere pianificati con l’intento di garantire la massima prevenzione degli incidenti come la massima efficacia ed efficienza produttiva.

PIANIFICAZIONE/PROGETTAZIONE

Dovranno essere programmati periodicamente momenti per selezionare gli obiettivi, le strategie e le linee operative sia del lavoro che del personale, così come per la riflessione.

RIFLESSIONE ED ANALISI / DESCRIZIONE DEL LAVORO

Il tempo e la qualità di questo, impiegato per la riflessione alla “analisi-descrizione” del lavoro, è direttamente j proporzionale alla responsabilità ricoperta nella Azienda.

 

5. RISPETTA I PIÙ ANZIANI

 

Molti hanno investito, direttamente od indirettamente, in noi.

Genitori, insegnanti, ufficiali, allenatori, impiegati ed altri hanno collaborato allo sviluppo della nostra cultura e delle nostre capacità. Deve essere perciò una gioia per noi onorare con il nostro impegno chi si è adoperato per noi. Questa riflessione ci deve portare a rispettare coloro che hanno più sapienza di noi perché hanno maggiore esperienza. L’etica nasce dal cuore e non solo dalla mente. La tradizione unita a relazioni profonde ed a capacità soggettive di capire “perché” le cose vanno fatte in un certo modo e la via migliore per un giusto sentire ed operare.

Lezioni che parlano del profitto reale di ieri sono una sicurezza per il profitto reale di domani.

I CONSIGLI DI COLORO CHE HANNO PIÙ ESPERIENZA DI TE

Prima di iniziare un progetto cerca di contattare, per ogni branca ed aspetto dell’operazione, uomini più anziani, con esperienze valide, anche se sono già pensionati.

LA CULTURA VA RISPETTATA

Dà il giusto onore alla cultura, alle tradizioni ed ai costumi della gente con cui lavori. Cerca di prevedere quelle situazioni che potrebbero apparire solo pratiche normali ma che potrebbero comprometterti legalmente o moralmente.

ANZIANI COME INSEGNANTI

A volte è saggio impiegare uomini anziani, di grande esperienza, affinché agiscano da esempio-modello e gli inesperti possano imparare nella pratica anche le sfumature, il “galateo” dell’etica aziendale applicato alla produzione. Questo coinvolgerà sempre più il personale alla qualità.

NON DEVONO ESISTERE DISCRIMINAZIONE BASATE SULL’ ETA’

L’età non sarà mai per la XJZ causa o motivo di discriminazione.

 

 

6. MOSTRA RISPETTO PER LA VITA, LA DIGNITÀ ED I DIRITTI UMANI

Il valore che attribuisci alla vita in generale ed alla dignità di ogni singolo individuo è il perno su cui poggia, si rafforza e gira, sviluppandosi nel tempo, il profitto reale.

Questo sentimento, se c’è, è vissuto ad ogni livello di rapporto umano: con Dio, la famiglia, i colleghi, i concorrenti, persino con la propria immagine. Questo atteggiamento, che porta ad agire in modo sempre corretto, può scaturire solo da una coscienza moralmente giusta. E’ la base quindi per una politica della qualità.

Questa disposizione infatti racchiude in sè la qualità in quanto prodotto e servizio, condizioni ambientali, salute, antinfortunistica, strategia e responsabilità del personale, procedure correttive ­incentive e competitive.

Il principio di base è semplicissimo e può essere descritto con poche parole: “Tratta gli altri come vorresti gli altri trattassero te”.

Il rispetto per la vita in generale fa scaturire in noi il rispetto per il singolo individuo e per noi stessi creando quella fiducia e quella libertà che ci porta ai più alti livelli di creatività, energia e produttività.

LA ” REGOLA D’ORO”

L’applicazione di questa è base fondamentale nelle decisioni da prendere a tutti i livelli ed in tutti i rapporti manageriali. La Regola d’Oro è: – Trattare gli altri come vorresti essere trattato tu – .

QUALITÀ E PROTEZIONE DEL PRODOTTO

Il nostro compito è quello di soddisfare i nostri Clienti con il miglior prodotto e con i più efficaci servizi. Questo comporta il controllo della qualità dalla materia grezza fino al prodotto finale per averne una conoscenza dettagliata. Non farti mai sfuggire un difetto ed una carenza. Cerca di rimediarvi, riporta il fatto così che la situazione non possa ripetersi. Il trasporto l’imballaggio, il mettere le etichette, classificare, come tutti gli altri servizi di sostegno, devono essere progettati e relazionati per proteggere il valore del prodotto.

CONDIZIONI AMBIENTALI DI LAVORO

Ogni operazione sarà eseguita in modo tale da proteggere la salute e la sicurezza di coloro che vi prendono parte. Questo principio va esteso ed applicato fino alle istruzioni per l’uso del prodotto e all’assistenza richiesta dai Clienti. La XJZ opera sempre in accordo con le leggi, le regole e le ordinanze del posto. Tuttavia bisogna tener presente che i minimi requisiti di legge non sempre garantiscono condizioni ambientali di lavoro ottimali.

LINEE DI CONDOTTA COL PERSONALE

Tutte la linee di condotta e le procedure scaturiranno dalla convinzione che tutti gli individui sono “Unici”: Unici per l’insieme delle loro capacità, personalità, talenti, motivazioni, carattere, esperienza e valori morali. Tutte queste specificità devono essere indirizzate verso la produttività cercando l’ottimo nell’incontro persona-lavoro.

Il carattere, la competenza e la dedizione dimostrate saranno retribuite ed onorate. Questo significa partecipare in egual misura profitti e responsabilità.

Nella XJZ ognuno si comporta in modo tale da creare armonia tra lavoro e direzione. Noi eliminiamo a priori ed alla radice ogni pregiudizio razziale e sessuale per concedere a ciascuna persona la massima possibilità di realizzarsi nel lavoro in modo produttivo e di vivere i valori etici. Lo scopo è di far sì che ognuno della XJZ possa realizzare in pieno tutta la sua potenzialità. Noi ci consideriamo tutti “Soci” perciò privilegi e preferenze sono arbitrarie e non in solido con i valori della Compagnia.

CONDIZIONI PER L’ASSUNZIONE

Per l’impiego del personale la XJZ seguirà linee di condotta e procedure chiare e definite, in solido con questo Codice.

La Compagnia si terrà fedele al suo “Codice d’Onore” ed avrà perciò speciale riguardo per la dignità di ogni singola persona. Le condizioni di impiego saranno stabilite al momento dell’assunzione. Il termine della collaborazione sarà in accordo col contratto di assunzione.

COMPETITIVITÀ

La XJZ promuoverà, in ogni modo possibile, una cultura alla competitività stimolando alla qualità non solo i nuovi associati ma tutti coloro con cui avrà rapporti di lavoro e non. Il suo progetto è quello di creare un “costume” competitivo fondato sui valori dove responsabilità e libertà si sposino per produrre il massimo del benessere per l’uomo e per la vita.

FUSIONE/ ACQUISIZIONE/CAMBIAMENTI DI PROPRIETÀ E DI DIREZIONE

La direzione ha la responsabilità di prevedere l’impatto che causeranno sulla compagnia: fusioni, acquisizioni o cambiamenti di proprietà e Direzione. L’impatto sui valori si riprodurrà sul personale e sul profitto.

Gli “urti” dovranno essere “assorbiti” nel tempo e dovranno essere concesse alternative.

Anche queste procedure si fonderanno sui valori espressi in questo codice.

DISPONIBILITÀ FISICA AL LAVORO

La Compagnia non può accettare che sostanze illegali siano usate in qualsiasi tempo e modo, perciò anche in orari non di lavoro, da persone ad essa associate.

Questo va inteso anche per l’alcool o altre sostanze, quantunque legali, che influiscano negativamente sulla capacità produttiva della XJZ

La Compagnia vuole un cambiamento Vero di attitudini e di comportamento. Aspettati perciò da essa un suo reale e serio coinvolgimento e sostegno morale come, nel caso di violazioni di questo Codice, provvedimenti disciplinari fino al licenziamento.

 

7.  SII EQUILIBRATO E STABILE PER CIO’ CHE RIGUARDA SESSO E FAMIGLIA

La fedeltà nel matrimonio è fondamentale per l’unità della famiglia. La famiglia funziona nel migliore dei modi quando i mariti si assumono la completa responsabilità delle mogli, amano senza condizioni i figli; le mogli rispettano i loro mariti ed i figli onorano i genitori.

La condizione di sposato è egualmente onorevole quanto quella di scapolo. Il matrimonio è un impegno preso pubblicamente da un uomo ed una donna l’uno verso l’altro. I figli sono il dono di questa unione e rafforzano i rapporti dei coniugi. L’unità della famiglia è la serra in cui prendono vita e crescono i semi delle convinzioni, delle comunicazioni, dell’amicizia e dei valori personali.

L’unità familiare è l’istituzione fondamentale per ogni cultura e società. La società in seno alla quale la famiglia è stata onorata e rispettata ha goduto una cultura stabile e feconda.

Così dove l’unicità e le responsabilità dell’uomo e della donna verso il sesso, dentro o fuori il matrimonio, sono state ignorate o distorte, la società e la cultura sono fallite in malo modo.

Perciò la Direzione della società è di fronte a questo dilemma: è consapevole che il rispetto per la struttura familiare e le specifiche responsabilità di marito e moglie sono essenziali per un profitto reale e continuo, anche quando il lavoro sembra entrare in conflitto con la vita personale e familiare.

Dall’ altra parte l’esperienza e la pratica suggeriscono che bisogna trattare le persone senza riguardo al loro genere ed al loro stato. Così come nella ricerca del lavoro specifico è essenziale tener conto delle capacità e delle debolezze emotive, psicologiche, fisiche ed intellettuali di ogni persona.

RELAZIONI SESSUALI

Relazioni sessuali al di fuori del matrimonio, anche quando sono legali, non sono accettabili se si vuole ottenere un rapporto produttivo con la XJZ

RESPONSABILITÀ FAMILIARE

Ogni individuo ha come responsabilità primaria il compito di costruire una solida vita familiare.

RESPONSABILITÀ COME MARITIIMOGLI-PADRIIMADRI

La XJZ rispetta il fatto che la famiglia è la primaria responsabilità di mariti e di padri, come di mogli e di madri.

DONNE E UOMINI

Il sistema della XJZ offre eguali opportunità di impiego per donne ed uomini così come rispetta la specificità e la dignità di ogni individuo.

PROGRAMMI-TABELLE E FAMIGLIA

Le decisioni della Direzioni che riguardano gli straordinari, i viaggi etc … debbono tener in considerazione i bisogni specifici delle famiglie di ogni persona.

I ” SINGOLI”

Le persone non sposate o padri e madri singoli, verranno trattati con la stessa dignità degli sposati.

 

 

8. DIMOSTRA DI USARE LE RISORSE IN MODO CORRETTO

Negli affari convivono due fondamentali responsabilità e privilegi: usare in modo ottimale le risorse materiali e gestire con sapienza i rapporti umani. La produttività ed il profitto reale soffrirà in proporzione di quanto le risorse materiali saranno usate

Il male e le persone trattate in modo improprio. Il retto uso delle risorse e delle materie prime esige che non depauperiamo di queste le generazioni future. La polluzione e l’uso scorretto di materie tossiche può ridurre i costi immediati ma le conseguenze negative in salute ed in degrado verranno spesso pagate da tutti.

La proprietà, i fondi ed il patrimonio della Compagnia sono parimenti risorse che esigono protezione ed una gestione corretta.

Prima o poi tutti verranno a soffrire o ad avvantaggiarsi da una gestione negativa o positiva di queste risorse.

La XJZ riconosce l’obbligo etico primario di utilizzare le risorse umane in modo straordinariamente corretto. Una persona che sposa i propri interessi e la propria capacità con il suo lavoro non solo si realizza con soddisfazione nel lavoro ma contribuirà nel migliore dei modi al bene della Compagnia.

8.1 CREDIBILITÀ E RESPONSABILITÀ

Ogni individuo nella XJZ deve ritenersi responsabile di usare nel migliore dei modi sia le risorse materiali che umane affidate gli o con cui viene ad incontrarsi.

La XJZ si aspetta che . ogni suo associato usi le risorse finanziarie della Azienda in modo sensibile, almeno come un buon padre di famiglia usa delle sue cose, così come ritiene responsabile ciascuno personalmente dell’uso del denaro dell’Azienda.

8.2 PAGAMENTI/RISCOSSIONI

I pagamenti saranno eseguiti il più sollecitamente possibile e secondo gli accordi con il fomitore.

In egual misura la XJZ si aspetta di essere pagata entro i termini stabiliti da chi deve farlo.’

8.3 GESTIONE DEL PATRIMONIO

Il patrimonio e le risorse della Compagnia potranno essere usate per usi personali solo dietro specifico accordo.

8.4 DONATIVI AD PERSONAM (Particolari)

Qualsiasi donativo offerto ad un associato della XJZ che miri a privilegiare il singolo anziché tutta l’Azienda e tutti coloro che vi appartengono in toto non può essere accettato.

Così nessun associato può offrire incentivi a coloro con cui tratta per ottenere favoritismi particolari.

Per incentivi si intendono “affari” doni, sconti, viaggi, divertimenti ed ogni cosa che possa offrirsi come dono. Questo deve sempre essere rifiutato in modo garbato, educato ma netto.

8.5 TANGENTI

Ogni cosa donata o ricevuta a scopo di lucro e/o per determinare la volontà di un altro, come le tangenti, è un atto criminale che denota una determinata divisione di interessi e perciò non potranno mai essere offerte, ricercate o accettate dalla XJZ e da chi collabora con essa.

8.6 INFORMAZIONI INTESE COME PROPRIETÀ

Informazioni relative alla XJZ od a chiunque affianca l’Azienda come: impiegati, clienti, possibili clienti, fornitori, azionisti etc … fanno parte di diritto del patrimonio dell’Azienda e perciò devono rimanere all’interno della Compagnia per essere usati solo a suo proprio uso e beneficio. Se una informazione non appartiene a tutti (pubblica) vuoI dire che è privata.

Prima di procedere a qualsiasi forma di assunzione, sia l’impiegato che il datore di lavoro dovranno essere chiari in questo e fare in modo che il valore delle informazioni, come speciali procedure, formule, tecnologie, vengano protette qualora dovessero cessare i rapporti di lavoro. « Sarebbe meglio fare un contratto a parte e specifico sull’uso delle informazioni o di “non concorrenza” .

8.7 INFORMAZIONI NON DOVUTE NE’ NECESSARIE

Informazioni date alla persona sbagliata, anche se in buona fede o per giusti motivi, possono inavvertitamente procurare un danno.(Anche la madre più amorosa può avvelenare il figlio per errore). TIENI GLI “AFFARI” DELLA XJZ ALL’INTERNO  DELLA XJZ Da informazioni solo a chi ne ha bisogno e solo quelle necessarie.

8.8 DIMISSIONATI

Per contratto tutte le informazioni intellettuali continuano’ ad appartenere alla Compagnia anche a rapporti di lavoro finiti. Qualora questo fosse un punto qualificante è necessario definire chiaramente ogni aspetto per proteggere tutto ed ognuno in modo corretto.

8.9 PROFILO MOTIVAZIONALE

Tests motivazionali che rivelino il temperamento, le capacità manageriali, lo stile ed i modi applicativi sono di grande valore per quei dirigenti che vogliono sposare il lavoro con le motivazioni degli individui. Per queste informazioni sarebbe necessario descrivere il lavoro modellando lo sulle motivazioni del lavorante.

 

8.10 COMPETENZE DEGLI ASSOCIATI

E’ giusto che uno si aspetti dai suoi collaboratori l’accettazione e l’espletamento delle loro responsabilità in modo competente e degno di affidabilità. Egli può anche ricercare consiglio da gente professionalmente competente, esterni dalla compagnia. Tuttavia, espletato tutto questo, deve ritenere sua esclusiva responsabilità le decisioni determinanti e finali.

8.11 APERTURA

Ognuno deve avere la possibilità di rinunciare a fare ciò che non gli compete e che è al di fiori della sua responsabilità delegata o dalla sua competenza ed informare il personale competente usando i canali di informazione e comando stabiliti.

8.12 REALIZZAZIONE DEL SINGOLO COME INDIVIDUO

E’ sommo desiderio ed interesse della XJZ adoperarsi affinché ogni individuo possa realizzarsi nel miglior modo possibile, specialmente riguardo il suo benessere generale, alle sue motivazioni e capacità.

8.13 DIREZIONE ED AMBIENTE

Il lavoro si sposa all’ambiente. Le decisioni a questo riguardo devono essere prese tenendo conto dell’impatto “a lungo termine” del lavoro sull’ambiente.

 

9. DIMOSTRA ONESTÀ ED INTEGRITÀ

Una reputazione di onestà è l’IDENTICITÀ del carattere e dello stare con gli altri. E’ una fondamentale disposizione della personalità contro il ladrocinio, la falsità e l’imbroglio. Questa disposizione può coesistere solo con una decisa e ferma volontà di occuparsi dei fatti puri e semplici e con una ferma dedizione e tendenza a salvaguardare gli altri dalla frode.

9.1 VERIDICITÀ/ FEDELTÀ

Fai ciò che è esattamente vero invece di ciò che è vantaggioso od opportuno.

9.2 COMPROMESSO

Se uno pensa che gli venga richiesto di fare qualcosa di disonesto deve rivelarlo immediatamente alla persona che ne ha l’autorità specifica.

9.3 RAPPORTI ACCURATI

Prepara documenti e rapporti in modo accurato, fedele ai fatti, con dettagli sufficienti ed in tempo affinché venga descritto e capito il contratto o la situazione in atto.

9.4 REPUTAZIONE

Non agire scorrettamente per mantenere od accrescere la tua reputazione o quella dell’Azienda.

9.5 DENIGRAZIONE

Non lasciarti coinvolgere in attività atte a rovinare o diminuire la reputazione di un membro della XJZ o di un suo concorrente. Questo atteggiamento include ogni forma di denigrazione, compresi i commenti e gli ammiccamenti. I tuoi meriti ed i prodotti ed i servizi della XJZ debbono essere apprezzati solo per il loro valore reale.

 

9.6 PUNTUALITÀ’

Onora la parola e la promessa data e mostra rispetto per il tempo degli altri essendo preciso e puntuale.

 

 

10. MANTIENI IL DIRITTO DOVERE DI PROPRIETÀ/GUADAGNO

Il sistema di libero mercato beneficia coloro che lo vivono.

Coloro che si autodisciplinano, che sono creativi, prudenti e laboriosi hanno diritto al frutto delle loro fatiche.

La persona più completa nell’ambiente di lavoro, sia associato che datore, è quella che mantiene relazioni onorevoli con Dio, la famiglia, i soci e con tutti coloro con cui deve trattare. Questi agisce nella convinzione della univocità inconfondibile della sua persona, responsabile e cosciente della specificità univoca del contributo che lui solo può dare al mondo del lavoro. Concentra la sua attenzione per portare al massimo le sue potenzialità intellettuali, caratteriali di abilità, di destrezza e sagacia: doni acquisiti dalla natura e dall’esperienza, per impiegarli tutti in un lavoro che produca ricchezza, profitto reale. Egli è soddisfatto di sè e del suo lavoro per se stesso.

Il prestigio, il potere, e le ricchezze non sono il motivo per cui lavora ma sono solo il giusto risultato della sua cercata produttività. Onori, potere, ricchezze, non sono ricercati di per sè. Il movente e lo scopo che l’accompagna nel suo impegno costante sono la consapevolezza della sua personale responsabilità di portare al massimo la sua produttività ed il suo sinergistico contributo al TEAM XJZ che opera per servire quanta più gente possibile con un prodotto che sia effettivamente utile. Questo fondamentale profilo motivazionale esige una dedizione attiva nel proteggere ciò che è giusto. Questo riassume in sè sia le leggi che le tasse come il sistema (linnee di condotta e procedure) della XJZ

PROMOZIONE DEL LIBERO MERCATO

Usa le risorse e le disponibilità della Compagnia per promuovere e proteggere il libero mercato, le attività che liberano l’uomo, il volontariato e tutte quelle attività politiche in favore della famiglia, della educazione e della stabilita sessuale; esperienze che promuovano l’autogestione, l’autodisciplina ed educhino gli uomini ad aprirsi un cammino personale. Sii coinvolto in ciò che è attinente alle arti, ai media che promuovono il valore della vita illuminata dall’etica in contrapposizione con le immagini, spesso propinateci, di una vita facile di guadagno e successo senza sacrifici ed impegno, di piaceri adulteri, di immaginarie gratificazioni istantanee.

10.2 RETRIBUZIONI E COMPENSI

Gli stipendi, i salari ed i premi stabiliti per ogni associato hanno non solo la funzione,di compensare il lavoro fatto ma di essere di sprone e di incentivo per una migliore produttività. Gli aumenti non devono solo andare di pari passo con l’anzianità ma devono premiare la genialità in senso lato.

10.3 ESSERE CO-IMPRENDITORI

La XJZ premierà le innovazioni, le iniziative, i progressi in capacità e competenza; si farà coinvolgere in attività civiche/comunitarie e religiose che sposino e promuovano i valori espressi in questo CODICE ETICO.

 

Rev. MAGGIOTTO don FRANCO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poichè l’Eterno, il tuo Dio, cammina in mezzo al tuo campo per liberarti e per darti nelle mani i tuoi nemici; perciò il tuo campo dovrà essere santo; affinchè l’Eterno non abbia a vedere in mezzo a te alcuna bruttura e a ritirarsi da te. Deuteronomio 23,

 

 

EDIZIONI FEDE VIVA

 

 

 

Share
Share